Esercizi da seduto Si o NO - Allenamento, alimentazione, integratori - WellnessArt Aversa

Vai ai contenuti

Menu principale:

Esercizi da seduto Si o NO

WellnessArt Aversa
Pubblicato da in Allenamento ·
Spesso, troppo spesso nel mio lavoro, tra i miei colleghi, tra i vari soci delle varie palestre dove ho lavorato/insegnato e non, aleggia un po’ di confusione quando si parla della “schiena” e il più delle volte sento dire che sedersi durante l'esecuzione degli esercizi è più sicuro. Ma ci siamo mai chiesti o chiesto il perché ? Oppure “è così e basta”. Io proporrei  in queste  situazioni di parlare solo per quello che la scienza ci dice e non per sentito dire o perché tutti fanno così. Allora giusto per non essere “ la voce fuori dal coro” ho ripreso il mio caro libro di biomeccanica e trovo scritto:
La resistenza della colonna vertebrale è data dal numero delle sue curve al quadrato + 1:
R = N² + 1
La colonna vertebrale vista lateralmente (piano sagittale)  presenta 3 curve (due lordosi: rachide lombare e cervicale, ed una cifosi: rachide dorsale).La presenza di queste tre curve garantisce il massimo della sua funzionalità, mentre la riduzione o la scomparsa di una di esse porta un drastico calo della resistenza.
  • Presenza di tutte le curve fisiologiche                         R = 3² + 1  =       100%
  • Mancanza o ridotta presenza di curve fisiologiche        R = 2² + 1  =       50%
Quando ci sediamo la parte finale della colonna vertebrale (sacro) è anatomicamente unita al bacino ed è quindi vincolata ad ogni suo movimento.
Quando ci sediamo, induciamo, tramite la flessione delle cosce sul bacino, una retroversione del bacino  con la conseguente riduzione della lordosi lombare. Da questo ne scaturisce che le curve del rachide passano da 3 a 2, riducendo la resistenza dell'intera colonna. Questo cambio di pressione sul disco intervertebrale L3 in differenti posizioni è una situazione assolutamente fisiologica.
Ma cosa succede se aggiungiamo un carico sopra la testa????? (es. lento con bilanciere, lento manubrio, alzate alla arnold ecc. ). In questo caso la resistenza della schiena proprio perché siamo seduti si riduce, e allo stesso tempo la compressione aumenta sensibilmente con il carico sopra la testa.
Detto ciò siamo ancora certi che gli esercizi da seduti siano più sicuri di quelli in piedi ? Non aggiungo un commento per coloro che addirittura consigliano di alzare le gambe  su uno step, portando così il rachide lombare da una lordosi ad una cifosi,  
ANTI FISIOLOGIA allo stato puro.
In conclusione non dico che da oggi tutti a fare esercizi in piedi ma affermo con convinzione la mia teoria:
Dipende!
Non esiste nessuna regola fissa, ma esiste la persona, sulla quale dobbiamo ricamare un vestito su misura, uscendo dai luoghi comuni ed applicando fedelmente la scienza, per queste ragioni e per la scelta degli esercizi, potremmo suddividere le persone , in due categorie: soggetti con ipo ed iper lordotici (argomento di cui ne parlerò prossimamente).




Nessun commento

Torna ai contenuti | Torna al menu